Maggio 2022 - Viaggio a Malta

Pin It

Primo giorno. Partiti per Malta, destinazione scelta dalle docenti di inglese come viaggio di fine anno. Ci siamo ritrovati in un ambiente tipicamente mediterraneo, con temperature adeguate. Il mare con i suoi colori ci ha stregato. Dopo pranzo una vidita all'acquario e una camminata sul lungomare.

E la sera una passeggiata non poteva mancare.


Secondo giorno. Giornata dedicata alla scoperta della capitale e delle tre città che sono state costruite sopra una frastagliata scogliera. Dal "Belvedere d'Italia", così dono chiamati i giardini di La Valletta, un affaccio mozzafiato sul porto sottostante ha dato il via alla visita. Attraverso strade dagli incroci ortogonali siamo arrivati alla cattedrale di San Giovanni, tanto semplice esternamente quanto sfarzosa e ridondante all'interno, anche qui è scappato il "wow" per la sorpresa davanti a tanta ricchezza. Il clou della mattinata è stato il poter ammirare i due capolavori del Caravaggio conservati nell'oratorio di S. Giovanni... da sindrome di Stendhal.

Pomeriggio a Birgu (Vittoriosa) città fortificata che fronteggia la capitale. Passeggiata negli stretti vicoli, lungo le mura con vedute sorprendenti e visita alla chiesa. Da ultimo un bel gelato davanti al porto.


Terzo giorno. Dopo aver ricevuto il saluto del mare che fronteggia l'hotel ci siamo recati al sito archeologico di Tarxien (patrimonio dell'umanità dal1992), dove si trovano antichissimi resti di costruzioni, più antiche di Stone Age. La pausa pranzo nel villaggio di pescatori, dalle tipiche barche colorate, di Marsaxlokk è stata una sosta rigeneratrice...ottimo pranzo e poi mercato.. acquisti a più non posso. Grande soddisfazione!!! Il nostro accompagnatore Noel ci ha poi fatto scendere nella Grotta dell'oscurita (Ghar Dalam) prima, per portarci a rivedere l'abbagliante sole, lo splendido mare dai riflessi turchesi e l'emozione della gita in barca, poi.


Quarto giorno. Il quarto giorno siamo partiti dalle scogliere di Digli per arrivare al centro dell'isola, a Mdina, la prima capitale. La Cattedrale con la sua alta cupola svetta sulla "silenziosa " Mdina. A Rabbat invece visita delle catacombe di S Paolo foto di gruppo davanti alla chiesa e assaggio dei, "pastizzi" spuntino tipico di Malta. Pomeriggio libero.

Pomeriggio di relax per alcuni, di piscina e idromassaggio per altri, di visite (cattedrale " Rotonda" do Mosta) per altri ancora.

C'è qualcuno che non ha resistito al richiamo del mare e ha "pucciato" i piedi.

Mare e per chiudere aperitivo al tramonto.


Quinto giorno. Tutta la giornata a Gozo, isola sorella di Malta che con Comino forma l'arcipelago maltese. Gozo è più collinosa e più verde di Malta, conserva un sapore più genuino ed un'identità che l'isola maggiore ha in parte sacrificato al turismo. Le alte mura e gli altari dell'antichissimo sito archeologico di Ggantija sono stati la prima tappa della visita a Gozo. La cattedrale di Victoria, con le meravigliose decorazioni marmore, le sorprendenti ed uniche saline costiere e la Basilica di San Pino hanno completato la mattinata. Ciliegina sulla torta è stato il pranzo in un ristorante nella baia di Xlendi affacciato su un mare cristallino. Dopo un eccellente pranzo eccoci a passeggiare tra le vie di Cittadella dominata dall'immensa cattedrale dalla cupola trople l'oeil e poi a percorrere i camminamenti delle mura con vista fino al mare. Dal traghetto di ritorno abbiamo costeggiano l'isoletta di Comino, abitata stabilmente da 3 persone. Dopo cena lunga sgambata fino alla chieda di San Paolo, costruita dove la tradizione vuole sia naufragato il Santo.


Sesto giorno. Ultimo giorno a Malta... Liberi tutti!! ... Invece no. Siamo partiti insieme con il bus di linea, scesi a Sliema ma... abbiamo sbagliato la fermata e ci siamo separati. Adesso sì tutti liberi. 

La Valletta ci ha salutato con un concerto della banda. Atterrati a Bergamo alla 1. Terminato un viaggio stupendo.